zone mauriziopisati musica

You are currently browsing the archive for the zone mauriziopisati musica category.

writings

 previews of writings, interviews, speeches, since 1990 to nowadays
texts mostly in italian, some of them are only in the form that is here resumed,
some others are published or anyway in definitive writing, and are available on pdf, just contact mp at

 • 2019_INVENZIONE A DUE VOCI
 <<…possiamo dire, in questo caso, che il termine “incontro” calza perfettamente, perché non si tratta di un’intervista dove una persona fa le domande e l’altra risponde: Pisati e Tallini “si incontrano” e chiacchierano scambiando idee e opinioni alla pari. Due personaggi sui generis che hanno saputo costruire i propri spazi al di fuori dai soliti schemi: impossibili, quindi, da etichettare.>>
per: edizioni ilFRONIMO N° 1-2019
• Incontro tra Maurizio Pisati e Arturo Tallini per l’uscita del CD “Rosso Improvviso”, di A. Tallini-EMA.
• Concetti di ”trascrizione” e “traduzione”
• la Ciaccona di J. S. Bach e CHAHACK/ChahaX di M. Pisati
• La Chitarra nella musica contemporanea
• Compositore e Interprete

 

 

• 2018_SUONERIE
Università degli Studi di Milano Bicocca, Villa di Breme Forno, MI
Presentazione CD SUONERIE di Antonio Mastrogiacomo – Etichetta Setole di Maiale
• Concetto di Suoneria. Segnale, avviso, campane, “contrassegni sonori”
• Il lavoro è stato anche definito “ironico”. Forse, ma va inteso nel senso di Zenone-Socrate: ironia come tecnica maieutica (far nascere), interrogare fingendo di non sapere, dissimulazione.
O, meglio: non già fingendo di non sapere bensì “come se” non si sapesse.
• Nella possibilità di autoprodurre le proprie suonerie vediamo la pratica primordiale del “costruire il proprio richiamo”
• Suonerie nel più ampio concetto di Orologio tratte da lavori personali: GuitarClock I e II, BrassClock, MaskClock, HarpsiClock
• Concetti di “pop-music” e “mass-music”

 

• 2018_IL RESPIRO DELLO STRUMENTO – LA PENNA TRA LE CORDE
Bologna – Settimana della Chitarra 2018
21 febbraio 2018 – M. Pisati con Walter Zanetti, Ruben Mattia Santorsa, Tiziano Zanotti: presentazione del CD monografico di Ruben Mattia Santorsa – Kairos
Esecuzione di SETTE STUDI e Parafrasi Scarlatta (Duo Zanetti-Zanotti)
• h 15.00 Seminario “Il respiro dello strumento”
-Composizioni per/con Chitarra di Maurizio Pisati. Soli, in Ensemble, con Orchestra
-Tecnica e trasformazione timbrica al servizio della forma musicale, dell’invenzione, dello strumento
-Dalle tecniche di derivazione liutistica a quelle ottocentesche sino a quelle attuali
-Ogni tecnica contribuisce anche all’evoluzione delle metodologie di studio e apprendimento
• h 16.00 “La penna tra le corde”: laboratorio di invenzione sulle tecniche e i pensieri esposti nel seminario

 

 

• 2018_CSR – IncrociLab – pactaSOUNDzone
Fiera Internazionale della Musica FIM2018 – Milano, Piazza di Lombardia 31 luglio – 3 giugno 2018
• Presentazione CSR Centro Studi e Ricerche e IncrociLab Conservatorio G. B. Martini Bologna
• Conversazione con Irene Cavazzoni Pederzini, sulla sua Tesi “Game Triggered” preparata nell’ambito del percorso curricolare e collaborazione con CSR.
– Tecniche e tecnologie per la composizione delle musiche per i videogiochi. Musica adattiva.
• Presentazione progetto pactaSOUNDzone, dall’inizio nel 2016 all’edizione 2019 “Come sta la luna?”

 

• 2017_TTTtrasporre, trascrivere, tradurre
seminario, laboratorio, lezioni per: Scuole e docenti Fontevivo Fontanellato, Parma, 4-5 aprile 2016. Musicisti, docenti di strumento e musica d’insieme in istituti musicali di ogni ordine e grado
– Individuazione estensioni in base agli strumenti presenti. Strumenti traspositori, notazione
– Impostazione editoriale e impaginazione di una partitura, accollature, voltate – Tabella estensioni in notazione reale e trasposta
– Concetti di riduzione, trasposizione, trascrizione, traduzione, arrangiamento, orchestrazione
– Tecniche di orchestrazione tradizionali, alternative, adattive
– Lavoro individuale di trascrizione/traduzione per organico a scelta
– Introduzione alla Conduction

 

 

• 2017_ARCHITETTURA DEI PENSIERI MUSICALI
per DesignForLife_GMDP_PACTA dei.Teatri, Milano
• OBIETTIVI:
1) Riflessioni individuali attorno al soggetto
2) che portino a un progetto personale, aperto creazioni musicali di tipo solistico, d’ensemble, musicale-teatrale, o audio-visivo
3) realizzare musicalmente ogni progetto individuale. Pratica della composizione musicale
• ARGOMENTI:
– Musica nel tempo e nello spazio
– Architettura: progettazione di uno spazio vitale – Due visioni dell’Architettura; Vitruvio e Le Corbusier
– Tipologie di proporzione e pensiero musicale – Segno e suono del segno
– Quattro Metafore: esercitazione con softwares IanniX e LiveAbleton tra loro integrati

• 2016_Conversazione e corrispondenza con Renzo Cresti 
per libro “Ragioni e Sentimenti II” – LIM edizioni (pubblicazione 2020)
– Alcune idee e visioni personali: Invenzione, Zone, ZONE@
– Tentativo estemporaneo di razionalizzare una poetica: Composizioni strumentali, Elettronica, Repertorio antico e affinità, Scrittura, Improvvisazione
– Ricerca: CSR e pactaSOUNDzone
– Repertorio
– Dettagli su alcuni lavori che ritengo significativi
– Autori di riferimento

• 2016_materiale iconografico
per: Biennale del disegno, Rimini 23 aprile-10 luglio 2016
• (Re)Presenting music: intorno al di-segno musicale.
• Riflessione sui rapporti tra musica e arti visive.
• Luogo principale di tale incontro è la partitura, dove il segno grafico ha da sempre mediato tra visione e audizione della musica.
MATERIALE FORNITO: partiture/appunti delle composizioni: CHAHACK – Denise – GuitarClock_I – Harpsiclock – 7Studi – poMMusic – RödKonsert – SevenBreaths – SpiegelEnsemble
MATERIALE ESPOSTO: CHAHACK – SetteStudi

 

 

 

• 2014_Seminario 
per: Festival GuitarPlus, Würzburg 2014
– La Chitarra nelle mie composizioni cameristiche
– Il suono “speciale” diventa ordinario e viceversa – Una Chitarra “Sola”
– Idea di Chitarra nella Musica da Camera
– Le mani sullo strumento: una scrittura

 

 

 

 

 

• 2013_Intervista a Maurizio Pisati e Annig Raimondi
di Piero Chianura per inSound
– L’esperienza di ZONE con PACTA .deiTeatri
– La musica e il suono nelle produzioni teatrali di PACTA .dei Teatri
– Nell’esperienza teatrale la musica può smarcarsi dagli stereotipi del legame tra suono e immagine
– Modalità di lavoro tra regista e compositore – Ritmo e respiro nella musica e nella recitazione
– Coinvolgimento emotivo, intellettuale e fisico del pubblico
– Apertura di uno spazio musicale a indirizzo teatrale: pactaSOUNDzone

 

• 2012_Interview by Zane Banks
for: research, University of Sidney
– Thinking of the electric guitar – Earliest musical influences and inspiration and composing for the electric guitar
– Popular music influences in “TAXI!”, “Zone-Loop”, “OverdubOverdoubt”
– Composer/Performer and repertoire perspective
– Reflection/Perception of the Electric Guitar within the composer’s community
– Future for Electric Guitar in the next 20 years of contemporary ‘art music’

• 2012_Intervista di Sergio Sorrentino – “Pisati e la Chitarra” per: Il Fronimo2012
-Improvvisazione e Composizione – Un telefono a sei fili – L’Interprete
– SetteStudi – il suono “altro” della Chitarra – Altre esperienze chitarristiche
– Pezzi solistici – Pezzi solistici con elettronica
– Chitarra e Orchestra d’Archi
– Trascrizione, traduzione, Scarlatti, ZONE-Tarkus
– Il teatro
– Lo strumento elettrico – Spiegelkontaktfabrik – ELETTRICO e ELETTRICOdrum
– Composizioni per la didattica chitarristica, per un approccio alla musica nuova: Ghiribizzi – GuitarClock I e II

 

• 2011_INCONTRO A SEI CORDE
Intervista di Valeria magnani  per rivista POPOLI
– Il Concorso di Composizione “ClaXica”, Castel D’Aiano-Bologna
– Respiro internazionale e interculturale delle manifestazioni musicali –  La scuola musicale italiana

• 2010_Il SEGNO E L’INVENZIONE, OVVERO L’ORGANICO IMPERFETTO
per: Convivio-Musicheria, Laboratorio formativo
ABSTRACT, OBIETTIVI, PROGRAMMA: Segno, disegno in-segno: l’organico è sempre, quasi per forza di cose, imperfetto, e questa sua stessa natura mette in moto il meccanismo dell’invenzione.
La realtà è il terreno necessario alla fantasia per trovare una via, la fantasia è una diversa interpretazione della realtà che, come sappiamo, non “esiste”, o almeno è diversa per ognuno di noi. L’obiettivo è quello di prendere consapevolezza, quindi riconoscere, ascoltare e tradurre la propria Invenzione, individuando il proprio linguaggio di comunicazione musicale
L’imperfezione diviene così parte della spinta, faccia reale dell’utopia che porta ad immaginare una forma e un pensiero. Trovo che questa definizione di F. Zappa sia perfetta: “Un compositore è quel tipo di persona che se ne va in giro imponendo la propria volontà a ignare molecole d’aria, spesso assistito nel suo agire da ignari musicisti….non è neanche necessario che siate capaci di mettere per iscritto la roba…se riuscite a pensare un progetto potete anche eseguire un progetto: si tratta in fondo solo di un mucchietto di molecole d’aria, chi vi controlla?”

JoKyoShu: racconto di viaggio sul fiume
• Con le mani sullo strumento sveliamo i nostri “disegnamenti” e insegnamenti
• Idea, improvvisazione, composizione, scrittura: laboratorio di Conduction
• CCeC: Cadenze Cadute e Concerto.
• Lavoro collettivo-individuale su una Cadenza della Notte: due idee diverse delle visioni e della vita notturne a partire da due spunti letterari: Leonardo da Vinci: “densa e greve, la luna, come sta la luna?”
e Gianni Rodari: “Scende la notte, scende, e che altro può fare?”.

 

 

 

 

• 2008_ Intervista di Andrea Aguzzi
per: “Chitarra&Dintorni-NeuGuitars” 2008
– Scena musicale e Maestri negli anni di studio – Gli Interpreti
– Repertorio e approccio compositivo alla Chitarra
– Theatre of Dawn, teatro e multimedia
– ZONE, un’interfaccia culturale
– LArecords – Interazioni tra generi musicali, improvvisazione
– Rapporto col suono digitale
– La Scrittura di una musica, supporti e tecniche – L’immagine
– Per iniziare – Prossimi progetti

• 2007_Intervista di François Lorenzo Regis
Université Paris-Nantérre, 2007
– Di quale mondo questa musica è contemporanea
– Musica e politica negli ultimi 10 anni
– SPIEGELKONTAKTFABRIK – AB SOFORT – VORMITTAGSSPUK Variazioni ottiche – Quartetto del Dilemma
– Forme rilevanti d’impegno musicale – Messaggio politico e musica
– Legame tra letteratura e musica attuali – Avanguardia
– Spirito creativo dal punto di vista politico – Eredità assunta o rinnegata di compositori impegnati

• 2007_GLYPHOZOO – Working on Invention
per HKB-Bern (CH): SEMINAR – WORKSHOP – CLASSES – BOTTEGA ACUSTICA – CONCERT
Invention
– A fundamental part of our life, learning and cognitive styles
– Being active through the part of the human history we cross in our time
– Invention: an opportunity not only for Composers
Writing
– Writing, composing – The art of Writing as a basic element of Invention
– A deep part of each musician’s knowledge could be connected with an inventive experience, if he just feels awareness of it. Writing could be a way to explore our knowledge, and a personal direction into the world of Invention.
• Operative Analysis
– Through a personal development of the analysis, here called Operative Analysis, we will explore several genres of music, executive praxis and approach to the Invention, from the discovering of the sounds to the writing of them, relating with their past and nowadays-future evolution

 

 

• 2007_ Maurizio Pisati – report Brisbane e intervista a Timothy O’Dwyer
Australia giugno-luglio2007
per: AltreMusiche di Michele Coralli
– Walkabout & around Timothy O’Dwyer – Timothy O’Dwyer , intervista attorno alla sua opera “What remains”
– Brisbane, la scena musicale alternativa
– Queensland Music Festival e JWC
– Elision Ensemble, Judith Wright Centre of Contemporary Arts, IMA (Institute for Modern Arts)

 

 

• 2005_Maurizio Pisati e ZONE
scritto per: Libro AGON 2005
– ZONE – Let’s hack !
– La gola è una caverna
– ZONE II (Zone-Song a direzione virtuale) per Voce, Percussione, Live Electronics
– Chi suona queste musiche

• 2005_ Maurizio Pisati – Inventare e segnare utopie
“Libenter impartio mea, non gravatim accipio meliora – Volentieri dico ciò che ho fatto, senza ripugnanza accetto cose migliori. “
(da Utopia di Thomas More, versi di T. More e Pietro Gilles) per: Convegno Composizione e sperimentazione nel rock britannico
Facoltà di Musicologia dell’Università di Pavia, Cremona, 20-22 ottobre 2005
– La carta è un teatro
– Musica finita e infinita
– La musica nasce altrove
– ZONE-TARKUS/ZONEpopTRAIN (CD Victor Japan)
– Conclusione e Utopia

 

• 2005_ Maurizio Pisati – DENTRO LA MOLECOLA DEI SUONI
Intervista di Michele Coralli
per: ALTRE MUSICHE – Osservatorio Nuova Musica
– ZONE e Tarkovskij
– Rapporto col proprio strumento
– Manipolazione digitale, possibilità tecniche e progettuali
– Manipolazione digitale del segno grafico, una scrittura manuale-digitale
– Theatre of Dawn e l’improvvisazione – Ispirazione narrativa, influenza del mondo visivo
– Retorica del coinvolgimento dell’ascoltatore
– Keith Emerson, ZONE-Tarkus, Bernardo Lanzetti, Victor Japan
– Densità e molteplicità di eventi, o nanotecnologie del pensiero

• 2004_SCATOLA NERA
per: VIDEOPOLIS 2004 – Padova
Sezione Spazio Documentario a cura di Gianni Di Capua
Festival Internazionale Video Cinematografico
– Non esiste un’immagine senza un tempo
– E neppure senza un suono
– E ogni tempo è di per sé un suono
– Quattro visioni del paesaggio

 

 

 

 

• 2004_Segni, disegni, suoni 
scritto di presentazione al concerto “Ceci n’est pas une partition”
HKB Bern, 14/15 Novembre 2004
– Il suono immaginato e il segno
– Non esiste un’immagine senza tempo
– Scrivere e comporre
– Vormittagsspuk: musica per il film di Hans Richter

 

 

• 2002_SEGNI, SOGNI, CONFINI
Scritto di presentazione per l’installazione a: Galleria Il Punto di Svolta, Roma 2002
– ZONE – LE STANZE
– Con Ferruccio Bigi, UMBRA, Yuki-Onna, TAXI!, STOCK, ZONE-TakuHon
– Con Roberto Sanesi, TAXI!, “Quattro Quartetti”
– Con Shuhei Matsuyama, ShinOn, Ricorda i Giochi, Irino Reiko Takashi
– Con Salvatore Zito, Zone-Spidersound
– Il Copiafavole-ZONE
ALLESTIMENTO a cura di Ferruccio Bigi, diffusione audio di “E ora dimmi, li senti?” (musica di M. Pisati, voce di Roberto Sanesi) e “SpiderSound” (musica e Chitarra Elettrica: M. Pisati, per Spiderman di Salvatore Zito)


• 2002_ISHII MAKI – Una via al Giappone – Una via all’Occidente
per: Seminari, Politecnico delle Arti, Milano 15 aprile 2002
– “MA” I: Lo spazio tra le cose – Mondo di Suoni – Idea dell’Incontro
– “ShiKaShi”, non: “aber” “but”, “ma”. Compresenza, stratificazione – Vie –
– “MA” II:  Lo spazio tra le cose. Stratificazione culturale ed estetica – Impostazione storica.
– Sintesi sulle influenze musicali esterne. Relazioni storiche con il resto del mondo, contatti e influenze su gagaku fino a  seiyo ongaku (yogaku)
– Ishii Maki percorso, deviazioni, stratificazione, natura non-logica del suono, spazio tra le cose, ascolti, partiture

 

 

 

• 2001_Suoni, barche, viaggi e immagini
per: notiziario JapanFoundation, 2001
– Un anno di musica tra Giappone e Italia
– Permanenza a Tokyo per la Uchida Fellowship
– JoKyoShu,  STOCK, ZONE-Taku-Hon – SHIN-ON e LArecords

 

• 2001_Maurizio Pisati – intervista di Filippo Poletti
per: IL NUOVO – Aprile 2001
– Situazione dell’editoria musicale attuale
– Rapporto Compositore/Editore – Rapporto Internet/Edizioni
– Web, testo e ipertesto, fragilità dell’opera – Novecento

 

• 2000_SENTI? – Indagine sull’Invenzione e altre domande.
Segnare, insegnare, inventare perturbazioni dell’aria. 
La scala musicale non è un alfabeto-
per: Prove e saggi sui saperi musicali – Edizioni ETS 2003
• Premessa (premessa dell’impossibile)
1 –  Storie di scritture e alfabeti – Ma veramente Tarzan..? – Scriviamo con l’alfabeto? – Leggere e capire – Leggere e non capire – Quando comincia una musica? – “Io non so cominciare”
– Non si scrive (con) l’alfabeto – Una lettera=un suono? – Interpretare – Inventare – Immaginazione assoluta – Uno o Mercato? DO o do? – Una musica che racconta.
2 – Invenzione e organismi sonori – Comporre o scrivere? – “MA” – Scrittura tattile e udibile, parola visibile, la distanza – Le note non sono i loro nomi
– Zone Franche – Scritture, Pitture, Letture, Diciture – la scala musicale non è un alfabeto – Comporre, immaginare, segnare, leggere tra le righe. Si scrive solo il dicibile?
3. L’invenzione e la magia inversa di un disordine (il nonscritto che fine fa? Ossia divagazioni su tavolo) – Leggere e rileggere – Appunti (sintesi di un’idea, o premonizioni), progettare organismi
– I tavoli, indizi terrestri, la loro musica – Un problema di velocità – La storia nell’Invenzione – Aggiornarsi col dubbio, possibilità non accadute, contraddizioni
– Educare all’Invenzione (con l’invenzione) – Con metodo, senza manuale – Indizi sul fiume. (+ bibliografia)

 

 

 

• 2000_JoKyoShu, isole, segni e l’illusione di controllare il tempo
per: Società Filosofica Italiana 2000
– TAKU HON MUSIC – Respiro
– PRIMA ISOLA – Ritratti a Bomarzo  (Casa, Bocca, Cavallo, Proteo Glauco, Drago, Casa II)
– TAKU HON MUSIC – Jo Kyo Shu
– SECONDA ISOLA – Fueye II (Tango)
– TAKU HON MUSIC – Mondi e Finale

 

 

 

• 2000_Domande attorno a Il Copiafavole-ZONE
intervista di Filippo Fonsatti – Teatro Regio, Torino
per: Unione Musicale-Torino 2000
– ZONE? – Il compositore nell’immaginario collettivo
– Musica Elettronica
– Mettere in scena una fotocopiatrice
– Progetti futuri

 

 

• 1998_DI FAVOLETTA, ASCOLTANDO LE VOCI
per: MM&T-MusicaMusicisti&Tecnologie
• Quanti animali parlanti (di Favoletta ascoltando le voci)
Da un testo inedito di Roberto Sanesi, per Voce campionata, Chitarra Campionata, Due Chitarre elettriche, Traccia Audio, Live Electronics
Voce Campionata: Roberto Sanesi, Chitarra campionata: Elena Càsoli
– Mi accosto alle macchine tramite una Voce
– Più che un orecchio assoluto: una immaginazione assoluta
– “Staccano l’aria dal bosco con piccoli denti di vetro”. Il campionamento come elementare punto di partenza
– Altri spazi durante la lavorazione – La Voce del Poeta diventa una registrazione di rumori del pensiero

• 1998_7, The Running Duo, The Running Solo, S, ZONE e workstation MARS
per: AuditoriumEdizioni 1998
– Workstation MARS, Chitarra Elettrica MIDI, ZONE
– 7 – The Running Duo – The Running Solo – S, per Sax tenore ed Elaborazione elettronica
– Queste Zone sono fasce di territorio
– ZONE I, e il Quadrato logico di Apuleio
– ZONE II (Zone-Song a direzione virtuale) per Voce, Percussione e Live Electronics

 

• 1998_PERCEZIONE DI UN CANTO NEL VUOTO
VANITAS di Salvatore Sciarrino, alcuni appunti e osservazioni collaterali
per: AuditoriumEdizioni 1998
– CD Ricordi 1991 – Mobilità, staticità: poetica dell’ingresso
– Livello psicologico dell’ascolto – mobilità fondata sulla “insistenza”
– L’ingresso degli elementi – Scrittura strumentale: sulla forma e sul vuoto
– Il sottotitolo “natura morta in un atto” – Anamorfosi

 

 

• 1996_Ultima porta in fondo (Strawinsky, il Sacro, la commissione e l’Invenzione)
per: programma di sala concerto CastelfrancoVeneto1996
• Ascensore – Allontanarsi dalle porte – A che piano, Signori?
– Prima fermata: Il Sacro
– Seconda fermata: La commissione
– Terza fermata: L’Invenzione
– Allontanarsi dalle porte: Piano Terra
Bibliografia: Alighiero Boetti, Dall’Oggi al Domani. S. Lombardi, Brescia 1988. Da: Alighiero Boetti 1965/1994, Mazzotta, Milano 1996 // Robert Craft, Conversations with Igor Strawinsky. Faber and Faber, London 1959. // Marina Cvetaeva, Il Poeta e il tempo, a cura di Serena Vitale. Adelphi Edizioni, Milano 1984. // Maurizio Pisati, Inventori di Musica. MusicaRealtà N. 33, Edizioni Unicopli, Milano 1990. // Oliver Sacks, Vedere voci. Biblioteca Adelphi, Milano 1990 // Arnold Schönberg, Pierrot Lunaire. Traduz. di P. Petazzi. Musica nel Nostro Tempo, Milano 1979/80. // Igor Strawinsky, Poetics of Music, Edizioni Curci, Milano 1978 // Igor Strawinsky, Chroniques de ma vie, Les Editions Denoël et Steel, Parigi 1935 // Edgar Varèse, Il suono organizzato. Ricordi-Unicopli, Milano 1985. // Roman Vlad, Strawinsky. Einaudi, Torino 1973. // Eric Walter White, Strawinsky. A. Mondadori Editore, Milano 1983 // Frank Zappa, Autobiografia. Arcana Editrice, Milano 1990.

 

• 1993_Comporre un’acustica
per: BiennaleVenezia – Convegno “Con Luigi Nono”
Fondazione Levi 17 giugno 1993
• Post Praeludium, Prometeo, A Floresta
– Precisione, Attenzione alla situazione acustica, mediazione
– La partitura e la sua interpretazione – Momenti storici e contingenti
– Marina Cvetaeva: autopsia, e non di un cadavere -di un corpo vivo
– Possibilità dell’errore, rischiare una interpretazione, fedeltà del servo e del soldato
– Composizione di una Acustica, l’acustica non è un oggetto
– L’acustica come fenomeno instabile

 

• 1993_Alcuni indizi, la loro musica (la magia inversa di un disordine) per: MM&T-MusicaMusicisti&Tecnologie
– Ciò che rimane a lavoro ultimato – Il tavolo é già il ricordo
– Segni “postmonitori”
– Le rimanenze degli appunti – Il livello dell’Invenzione
– Energia potenziale dei punti intermedi della Storia: le possibilità non accadute
– L’inventore ascolta e “aggiorna” il percorso formale di energie scaturite dall’esistenza stessa del dubbio
– Indizi terrestri. Marina Cvetaeva e il tavolo
– Meno Settanta milliVolt (-70mV), valore del potenziale a riposo della cellula nervosa

• 1990_Inventori di musica_MusicaRealtà
per: Musica e Realtà, dicembre 1990 – Ed. Unicopli
– Scarti temporali
– Collegamenti, possibilità non accadute
– Invenzione e complessità

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

mp bio

english & italian bio⇓

M A U R I Z I O   P I S A T I 
Born 1959 in Milan, composer and performer of his own works with his group ZONE. His music has been performed throughout both western and eastern Europe, the USA, Australia and Japan, is published by Casa-Ricordi, has been awarded prizes and selected in International competitions (Gaudeamus Amsterdam, Contilli Messina, Icons Torino, Petrassi Parma, Brecht Milano, Bucchi Roma), got a Stipendienpreis at Darmstadt Ferienkursen für Neue Musik 1988, the JapanFoundation Uchida Fellowship 1998, and is transmitted on worldwide radio broadcasting. He made CDs with Ricordi-Fonit Cetra, Edipan, BMG, CavalliRecorsaBamberg and LArecords, his own label founded in 1997.

Education: Maurizio Pisati graduated with highest votations in Composition, Analysis, History, Harmony and Counterpoint at the Conservatorio G. Verdi of Milan under A. Guarnieri and G. Manzoni, and in the same time studying at summer courses Darmstadt and with S. Sciarrino at Specialisation Courses at the Accademia of Città di Castello. He graduated in Guitar (again at Milan) and had a fruitful performing career between 1983 and 1989 establishing and playing in the Laboratorio Trio.

Teaching: He is Professor in Element of Composition at Conservatorio G. B. Martini in Bologna. Since 1994 to 1996 he has taught at Corsi di Perfezionamento in Bobbio and in 2004 at summer courses Novantiqua in Frascati. He has given lectures and masterclasses at Toho Gakkuen University-Tokyo, Tokyo Music College, Arts Academy Reykjavik, Politecnico delle Arti-Milano, Irino Foundation-Tokyo and Universities of Vaxjö, Brisbane, Melbourne.

Musical theatre pieces: Umbra, texts by M. Cvetaeva (Ensemble, Milano‘88, CRT-EchoEnsemble); Ermengarda (Zürich‘89, Stiftung BINZ39); TAXI! (Ensemble, LiveElectr., Sassari‘95, Teatro Civico); STOCK ZONE-TakuHon (Cello, Percussion, String Orch., AudioTracks MilanoVideoRaiSat by Gianni Di Capua, stage direction Ferruccio Bigi, Teatro Studio-MilanoMusica’99); Il Copiafavole-ZONE (Ensemble and Copy Machines, Torino, PiccoloTeatroRegio 2001), Theatre of Dawn (Ensemble and AudioVideo, Brisbane, JWCOCA-ElisionEnsemble 2007).

Musical pieces with Video and Electronics: San Moku Sen Gan (Percussion, Tokyo‘97); Vormittagspuk (live music performance on the historical film by Hans Richter, Roma’97); ZONE-d’Amore (live music performance on the historical film “L’Inhumaine” by Marcel L’Herbier, Milano’98); La Stanza degli Indizi Terrestri (text by M. Cvetaeva and L. da Vinci, Video by Marcos Jorge, Teatro del Trionfo, Pesaro‘98); 3HATSconcert (ZONE, Warszawa Festival AudioArt’98).

As a selection of works with Live Electronics: ZONE I (El. MIDI Guitar and Flute; Biennale Venezia ‘95), ZONE II (Voice and Percussion; MilanoMusica‘95/StudioAgon/Teatro alla Scala), 7 (Percussion and Piano, ArsLudi in Los Angeles-New York-Rome’94), L’Autore a chi legge (based on the comedies and works of C. Goldoni, Villa Litta, Milano’96); ZONE-Franche (Castelfranco Veneto‘96, Cello, Piano, Church bells, a city-wide happening in cooperation with CSC-Padua University); ShiKaShi (Recorders and Percussion; Zürich‘97), CATVLLVS (Liuto, Arciliuto and Percussion, Verona, Unesco-World Day for Poetry2000); SpiegelKontaktFabrik (Didjeridoo/Oboe and Tape, Tuchfühlung2, Kunsthaus LangenbergAV2000); PURPLE H (Ensemble, –TheJimiHendrixReflections– Reggio Emilia 2001); YukiOnna (Trumpet, projection of paintings by Ferruccio Bigi and Audio track, Roma-Japan Foundation2001).
Music for the Theatre company Arsenale-Milano and PACTA an texts by Artaud, Sartre, Moravia, Adams, Celine, Eliot, Sanesi. On 2008 he started the FLASHetBIP duo with light artist Fulvio Michelazzi, producing sound-light installations and improvisations as Coach1_seat11, waLkingprogress, CdellaVelocità, GuerrigliaLuminosa_I.

As a selection of other chamber music: SETTE STUDI (solo Guitar; Darmstadt’90); Ö (Tenor Sax and Trombone, Strasbourg‘91); HACK (Flute and Percussion; Tokyo‘96); SaxStories (StockholmSaxophoneQuartet, Roma’98); ZONE-Alp (Flute and Guitar, Tokyo‘98); Senti? (Guitar and String Orchestra, CamerataRoman, Göteborg’99); TEI (Koto and Piano, Tokyo, TheaterWinter2000); Samblana (Guitar and Sax, SwedishRadioCompanyP2, Stockholm 2000); Tamatebako (Percussion, Nashville 2001); Sì. Cos’è? (Percussion and String Orchestra, Milano2003); OverdubOverdoubt (SonEnsembleStockholm-ZONE, Video Max Bertolai, Padova2003); ZONE-popTRAIN (Ensemble, commission by VictorJapan2003); ZONE-Tarkus (transcription of Tarkus by EmersonLake&Palmer as a commission of VictorJapan with the agreement of Keith Emerson); Passacaglia Mit Albert, (Percussion, Recorders and LiveElectronics, commission by BiennaleBern 2005); U (Ensemble, commission by Ensemble Fiarì, Torino2006); Questio (words from Dante, voice of the poet Thor Vilhjalmsson, Percussion, Trumpet, AudioTrack, Festival MyrkirMusukdagar, Reykjavik2006); Microbolero (Commission by Orchestra Filarmonica-Torino2006), GLYPHOZOO ( Violin, Guitar, Accordeon, AVTrack and live exposition of a minizoo, Bologna-Exitime2009).

 

M A U R I Z I O   P I S A T I
Nato a Milano nel 1959, compositore, è presente con propri lavori in festival d’Europa, Australia, USA, Giappone, America Latina. Sue composizioni sono state premiate in concorsi nazionali e internazionali (tra cui: Bucchi’83 – Contilli’83 – Rass. B. Brecht’85 – Gaudeamus’86 – ICONS’86 – Petrassi’89), sono pubblicate da Casa-Ricordi, trasmesse da emittenti radiofoniche europee, sono incise su CD Ricordi-Fonit Cetra, Edipan, BMG, CavalliRecordsBamberg e LArecords, etichetta indipendente da lui fondata nel 1997.

-Opere di teatro musicale: Umbra testi M. Cvetaeva (Milano‘88, CRT-EchoEnsemble); Ermengarda (Zürich‘89, StiftungBINZ39); TAXI! (Ensemble e Live Electr.; TeatroCivicoSassari‘95); STOCK ZONE-TakuHon (Soli, Orch. d’Archi, LiveElectr., Regia Ferruccio Bigi, Video RAIsat di Gianni Di Capua, TeatroStudio, MilanoMusica’99); Il Copiafavole (Ensemble e Macchine fotocopiatrici, PiccoloTeatroRegio, Torino2001); Theatre of Dawn (Ensemble e AudioVideo, JWCOCA-ElisionEnsemble, Brisbane 2007).

-Opere con Video ed Elettronica: San Moku Sen Gan (Perc., Tokyo’98); Vormittagspuk (per il film storico di Hans Richter, Roma’97); ZONE-d’Amore (performance musicale sul film “L’Inhumaine” di M. L’Herbier, Milano’98); ZONE II Suite (Tokyo‘97, Theater Winter); La Stanza degli Indizi Terrestri (testi di M. Cvetaeva e L. da Vinci, Video Marcos Jorge, Teatro del Trionfo, Pesaro‘98); 3HATSconcert (ZONE-Warszawa Festival AudioArt’98); Children’sWarQuestions (dai “Desastres de la guerra” di F. Goya)2005, Var är du? per strum. ed elettr., Torino2008, ELETTRICO, Chit. El. ed Elettronica, Biennale Venezia 2009, ELETRICOdrum, Chit. El. e Perc., MilanoMusica2010.

-Selezione opere con Live Electronics: ZONE I (Chit. El. MIDI e Fl., BiennaleVenezia‘95); ZONE II (Voce e Perc., MilanoMusica‘95/Studio Agon/Teatro Studio-Teatro alla Scala); 7 (Perc. e Pf., Ars Ludi Los Angeles-New York-Roma ’94), L’Autore a chi legge (da testi di C. Goldoni, Villa Litta, Milano’96); ZONE-Franche (Castelfranco Veneto‘96, evento su scala urbana per V.cello, Pf, Campane, con CSC-Università di Padova); ShiKaShi (Flauti a becco e Perc., Zürich‘97), CATVLLVS (Liuto, Arciliuto e Perc., Verona, Unesco-Giornata Mondiale della Poesia 2000), SpiegelKontaktFabrik (Didjeridoo/Oboe e TracciaAudio, KunsthausLangenbergAV 2000), PURPLE H (Ensemble, –TheJimyHendrixReflections– ReggioEmilia 2001), Yuki-Onna (Tromba, pitture di Ferruccio Bigi e Traccia Audio, Japan Foundation-Roma2001).

-Selezione da altri lavori: SETTE STUDI (Chit., Darmstadt 1990); Ö (Sax e Trombone, Strasbourg‘91); HACK (Fl. e Perc., Tokyo‘96); SaxStories (StockholmSaxophoneQuartet, Roma’98); Senti? (Chit. e Orch. d’Archi, CamerataRoman, Göteborg’99); TEI (Koto e Pf., Tokyo, TheaterWinter2000); Tamatebako (Perc., Nashville2001); Sì. Cos’è? (Perc. e Orchestra d’Archi, Milano2003); OverdubOverdoubt (SonEnsembleStockholm-ZONE2003, Video Max Bertolai); ZONEpopTRAIN (ensemble, VictorJapan2003); ZONE-Tarkus (trascrizione di Tarkus di EmersonLake&Palmer con la collaborazione di Keith Emerson, commissione VictorJapan2003); Passacaglia Mit Albert, (Perc., Flauti a becco, Live Electr., BiennaleBern2005); U (Ensemble Fiarì, Torino2006); Questio (da Dante, voce del poeta Thor Vilhjalmsson, Perc., Tromba, Traccia Audio, Festival MyrkirMusikdagar, Reykjavik2006); Microbolero (Orch. Filarmonica di Torino2006), RödKonsert, per Soli, Ensemble, AudioVideo, Stockholm 2010, TwoBirds per EnsembleBlumine, Bologna 2011.

-Partecipa alle produzioni PACTA deiTeatri, Milano, componendo le musiche per pieces di Artaud, Sartre, Celine, Sanesi, Moravia, Eliot, Pirandello, De Beauvoir, Adams, Cocteau. Nel 2007 è nato FLASHetBIP, duo audioluminoso col light designer Fulvio Michelazzi.

-Maurizio Pisati ha compiuto gli studi musicali al Conservatorio di Milano, oltre che ai corsi estivi di Darmstadt e all’Accademia di Città di Castello, diplomandosi con il massimo dei voti in Composizione con S. Sciarrino, A. Guarnieri e G. Manzoni, e in seguito anche in Chitarra svolgendo attività concertistica in Europa dal 1983 al 1989 col gruppo Laboratorio Trio. E’ attualmente docente di Analisi, Composizione per la Musica Applicata, Elementi di Composizione per la Didattica al Conservatorio G. B. Martini di Bologna. Dal 1994 al 1996 ha insegnato ai Corsi di Perfezionamento di Bobbio nel 2004 ai corsi estivi “Novantiqua” di Frascati e dal 2009 ai Corsi estivi di Claxica-Castel d’Aiano. Ha tenuto conferenze e seminari alla Toho Gakkuen University-Tokyo, Tokyo Music College, Arts Academy Reykjavik, Politecnico delle Arti-Milano, Irino Foundation-Tokyo e alle Università di Vaxjö, Brisbane e Melbourne.

zone

ZONE logo

Z O N E: an idea and an ensemble in continuous evolution that revolves around my music. I play LiveElectronics or MIDIElectricGuitar whose fingerboard, as a virtual ensemble, is crossed by the inhabitants of ZONE. These artists are among todays protagonists of contemporary thought. Skattered all over the globe, they flow through the ZONE: on stage we always are more people than audience can see. mp

  • Geoffrey Morris
  • Carin Levine & Jürgen Ruck
  • Annig Raimondi
  • DuoRecordronik
  • Bernardo Lanzetti
  • Maurizio BenOmar
  • Birgit Nolte
  • Elena Callegari
  • ElisionEnsemble
  • ENDE
  • Elena Càsoli
  • Emanuele Forni
  • Erik Bosgraaf
  • Faberlucis
  • Kiyonori Sokabe
  • Ivo Nilsson & Jörgen Pettersson
  • Manuel Zurria
  • Marcello Tarabbia
  • Marco Bortoli & Walter Goy
  • Maria Ronchini & Riccardo Balbinutti
  • mp & AchilleCompagnoni, WPrati, MBortoli, UJoss
  • mp & Ricarrdo Magherini Bernardo Lanzetti
  • mp & Salvatore Zito Max Bertolai
  • StockholmSaxophoneQuartet
  • mp & Timothy O'Dwyer
  • PACTAdeiTeatri
  • mp & Vladi Leoni
  • Pili Stanislas
  • wowslider
  • Thor-Vilhjalmsson
jquery slideshow by WOWSlider.com v7.3m

 

video

All Videos

Instrumental   –   Theatre

FOLIA with TipToeCompany   –   Aristofane in Blue   –   Theatre of Dawn

CasualitàUrbane/Flash&Bip   –   LUNAGRAMMI (Vln, Guit, Pf)

pactaSOUNDzone (or pactaSOUNDzone on fBook)

theatre

zone +
pacta =
pactaSOUNDzone

where the music is the leading actor on stage
See pactaSOUNDzone on FBook & YouTube


excerpts from mp’s music for theatre – also at: Theatre & Video Playlist

 ARISTOFANE IN BLUE – audio excerpt 01 & 02:

 

Le Cinque Morti di Pitagora LE CINQUE MORTI DI PITAGORA 
for R.Mini, “L’irrazionale leggerezza dei numeri”_Danza Dei Cavalli:

 NON BREAKING SPACE – for L. Pirandello “Uno nessuno centomila” 

DIECIVALZER_Pirandello DIECI VALZER
for L. Pirandello, “L’amica delle mogli”_Valzer della Gomma:

CHIODI_Caryl Churchill CHIODI – for C. Churchill, “Sette Bambine Ebree”:


Paradise-Lost_Milton LUOGHI e QUADRI – for J. Milton, “Paradise Lost”:

SuiteDellaTorre_Moravia SUITE DELLA TORRE
for A. Moravia,”Beatrice CenciLasciatemi:


SUITE DELLA TORRE_Preghiera:

 SECONDA SUITE DELLA TORRE 
for Le due Regine – Maria Stuarda by F. Schiller, A. Oliva, P. Bignamini 

home

scores & audiovideo

mp_taxi

Scores: see Scores&Audiovideo‘s menu, listed as 1instrument2instruments and so on

 

For each score are available a preview and links to Audio or AV recording

 

You can purchase a score and get it as pdf document online

 

Orders of published scores will be forwarded to the Publishing House